Gabbiano Franco Fasciolo

© Franco Fasciolo 2009/13





Benvenuto Franco Fasciolo



I miei interessi


Come chi mi conosce sà, i miei interessi non sono specifici ad una materia, ma quando ne ho la possibilità cerco di imparare maggior nozioni possibili.
E' così che le mie passioni spaziano su più materie, dall'elettronica, al giardinaggio, dalla fotografia al modellismo, dall'informatica alla musica. E mi accorgo che con il passar del tempo se ne aggiungono sempre di altre. Purtroppo il tempo a nostra disposizione non è illimitato e questo ci limita nel dedicarci alle nostre passioni, ma (a rotazione) cerco di mantenerle tutte vive.





L'elettronica è forse quella che mi accompagna da quando sono piccolo con la "passione" di smontare le mie macchine telecomandate; forse per questo poi non me ne hanno comperate più. Poi ho associato questa passione con quella per l'informatica.

Altra passione che ho da sempre è la musica. In genere musica classica e d'orchestra. Mi piacciono molto gli strumenti a fiato come la tromba e il sassofono e una certa passione per la batteria (se ben suonata ;) ). Suono la Tromba da molti anni e amo il jazz e la musica da saloon degli anni '20. Per molti anni ho suonato con un gruppo musicale del mio paese dove in compagnia dei miei migliori amici ho trascorso la mia adolescenza. Pian piano crescendo alcuni si sono allontanati facendo svanire così i buoni propositi che ci eravamo fissati. Ora il gruppo c'è ancora anche se in parte rinnovato e quando posso (quando torno al mio paese) porto ancora la tromba per suonare con loro.

Poi la fotografia, anche se quel "poi" non è proprio un indice posizionale degli interessi, in quanto forse è quella che ora mi attrae maggiormente e con più continuità. Ho sempre avuto il pallino delle foto ma da quando ho acquistato una Reflex Nikon D80, le cose sono cambiate, e di molto. Da autodidatta ho iniziato a studiare i vari generi fotografici, le tecniche di ripresa, un po di teoria della luce, e le varie tecniche di illuminazione. Prediligo maggiormente la foto naturalistica e paesaggistica, ma onestamente mi trovo bene in qualsiasi genere. La fotografia macro è invece il genere al quale mi dedico maggiormente e che mi da maggior soddisfazioni. Pian piano ho ampliato il mio corredo acquistando un obiettivo specifico per la fotografia macro ed altri per le altre sezioni fotografiche. Ora quello che serve è solo il tempo libero per rilassarsi in mezzo alla natura e cogliere con qualche scatto i ricordi del tempo trascorso da riguardare magari quando quel tempo non lo si ha.

Altra passione è quella dell'acquariologia nata da molto, ma coltivata solo da quando mi sono sposato, quando ho potuto installare il mio acquario. Ho un acquario di 200 litri con il quale cerco di riprodurre e riambientare, i pesci presenti, nel loro abitat naturale, quello Amazzonico, del sud America. L'acquario accoglie la specie "Pterophyllum Scalare", appartenente alla famiglia dei "Ciclidi" dell'ordine dei "Perciformi" ma semplicemente noti come Scalari. Oltre agli scalari di diversi tipo dal Koy al dorato fino al tigrato, l'abitat è completato con altri pesci quali "Gyrinocheilos Aymonieri", "Corydoras". L'ambiente è completato da radici provenienti dall'abitat naturale e da vegetazione vera con una buona vastità di piante quali Anubias Barteri, Anubias varietà Nana, Vallisneria, Echinodorus Angusti Folius, Limnophila Sessiliflora, Crypto Corine; non nego che considero l'acquario "come una finestra verso un mondo nuovo alla qualle mi affaccio e rimango in riposo, rilassato e privo di ogni altro pensiero" osservando i movimenti sinuosi dei pesci e il dondolare ripetitivo delle piante"

Chi di voi non ha sognato qualche volta di avere una macchina come Kit, quella di Supercar da poter controllare semplicemente parlando all'orologio; e si, sarebbe proprio un sogno e non potendolo realizzare ci si contenta di "estendere" la propria interattività con il mondo esterno attraverso meccanismi che usiamo tutti i giorni senza rendercene conto; fare click sul pulsante della chiave per aprire le portiere della macchina, fare click sul pulsante del citofono per aprire il cancello, o semplicemente fare click sul telecomando per cambiare canale TV...sono azioni esplicite della voglia di estendere la propria capacità di interazione con il mondo esterno, forse implicita volontà di dominare lo spazio circostante.
Una delle mie passioni e quella dell'aeromodellismo, quella di pilotare riproduzioni di aerei, nell'aria massimizzando questa capacità di interazione. Tutto è bello finche non si perde il controllo, dopodichè si torna con i piedi sulla terra e ci si rende conto che abbiamo troppe limitazioni per ottemperare a tutte le nostre volontà, ed allora tutto torna ad essere solo un gioco.

Ripetizioni di Matematica...Questa sezione probabilmente sarà quella che allieterà maggiornmente i miei alunni. Durante il periodo nel quale facevo ripetizioni ai ragazzi del mio paesino mi sono accorto che molte volte andare a ripetizioni di materie scientifico/matematiche risulta un pò scocciante ed è molto diverso dalle ripetizioni letterarie. A volte ci si distrae e se qualcuno ti spiega qualcosa che non avevi capito in classe (il motivo è sempre perchè eri distratto) non lo capirai nemmeno per la seconda lezione. Il problema per la matematica nasce quando chi ti spiega va via, perchè quello che non hai capito difficilmente lo troverai scritto bene sul libro, a differenza di un testo umanistico. Così la mia personale esperienza mi portò a scrivere tutto quello che dicevo ai miei alunni, creando cosi una raccolta di appunti suddivisi per le varie argomentazioni trattate, integrati con esercizi svolti, crescenti in difficoltà.
In molti pensano che la matematica o la fisica sia una materia difficile, che non faccia per loro, ma molti di loro potranno confermare che si sbagliavano e che, un buon metodo di insegnamento, un po di allegria durante l'insegnamento e molto impegno dopo l'insegnamento potranno far cambiare opinione e portare a risultati soddisfacenti.





Aggiornato: 6 Luglio, 2016